La guerra, perché dove, come, quando

ott 27.

Convegno

Aggiornamenti al Museo della Battaglia di Vittorio Veneto nell’anno del Centenario

QUARTA EDIZIONE

III INCONTRO

Sabato 27 ottobre 2018, ore 10.30 – 13.00
Aula Civica del Museo della Battaglia
(l’apertura è anticipata di mezz’ora per adempiere alla registrazione di giornalisti e avvocati).

Data
27 ottobre 20182018-10-27T10:30:00
Ora
10.30 2018-10-27T10:30:00
Luogo
Aula Civica

Giustizia militare dalla Grande Guerra alla Repubblica italiana

 Relatori: Dott. Sergio Dini (Procura della Repubblica di Padova)La giustizia militare. Problemi vecchi e nuovi dal Regno d'Italia alla Repubblica italiana; Gen. C. A.Roberto Bernardini (Gruppo Historia Pordenone – LiMes Club PN UD VE) La riabilitazione dei fucilati come caduti nella Prima Guerra Mondiale; Prof.  Avv.Guglielmo Cevolin (Università di Udine - Gruppo Historia Pordenone)Problemi giuridici attuali delle Forze Armate nelle missioni internazionali.

 La giustizia militare non è una delle pagine più edificanti della Grande Guerra. La dottrina del tempo riteneva importante che i soldati avessero paura della fucilazione più che dell’assalto. Con la costituzione repubblicana questa impostazione non è certo accettabile. Quali sono le possibilità di riabilitazione dei fucilati e gli aspetti giuridici più attuali delle nostre Forze Armate impegnate nelle missioni internazionali?

Ingresso libero

Informazioni sui relatori

Dott. Sergio Dini (Procura della Repubblica di Padova) è stato Pubblico Ministero presso il Tribunale militare di Padova dove si è occupato di indagini relative a crimini di guerra perpetrati in Italia durante la Seconda guerra mondiale, sia dai tedeschi sia dalle formazioni titine jugoslave che dagli americani. È stato presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Militari e membro del Consiglio Superiore della Magistratura Militare. Ha fatto parte della commissione ministeriale per la riforma dei Codici Penali Militari e della Legge di Guerra. Attualmente è Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Padova. E’ autore diLa bilancia e il moschetto. I tribunali militari nella Seconda guerra mondiale, Mursia 2016.

 Gen. C. A. Roberto Bernadini, già Comandante di Vertice delle Forze Operative Terrestri dell’Esercito Italiano ha svolto un’intensa attività formativa presso le Scuole Militari e le Università, di comando e gestionale a tutti i livelli ordinativi, dirigenziale presso gli Stati Maggiori dell’Esercito e della Difesa, diplomatica in sedi estere al servizio del Ministero degli Esteri, operativa in teatri operativi esteri e in ambito NATO. Nel 1998 è Addetto per la Difesa presso l’Ambasciata d’Italia a Rabat (Marocco) con accreditamento secondario in Senegal e Mauritania. Nell’agosto 2006 è a Pristina in Kosovo, quale Vicecomandante della K-FORCE, dove è impegnato nel processo politico di transizione verso l’indipendenza della provincia, svolto in cooperazione con le Nazioni Unite (missione UNMIK) e l’Unione Europea (missione EULEX). E’ da alcuni anni regolarmente presente quale relatore ai corsi di geopolitica organizzati a Pordenone dall’Associazione Historia Gruppo Studi Storici e Sociali Pordenone.

Prof. Avv. Guglielmo Cevolin è professore aggregato diIstituzioni di Diritto Pubblico all’Università di Udine dove insegnaDiritto dell’informazione e dei media, Diritto della comunicazione e dell’informazione, Diritto dei mercati e degli intermediari finanziari, Legislazione dei Beni Culturali; è avvocato cassazionista, Presidente di Historia Gruppo Studi Storici e Sociali (associazione fondata nel 1989) e Coordinatore del LiMes Club Pordenone Udine Venezia e direttore del Corso di Geopolitica giunto alla XXII edizione nel 2018 (corso interregionale, gratuito, tra Pordenone e Vittorio Veneto).